☀ Consegna gratuita dell'acquisto di 40€ ☀ 🎁 Consegna gratuita dell'acquisto di 40€ ! 🎁

Lo Zaffiro

Proprietà dello zaffiro

Come una delle quattro pietre preziose, lo zaffiro è molto famoso e molto apprezzato in tutto il mondo.

Dal punto di vista chimico, la composizione dello zaffiro si basa su cristalli di ossido di alluminio la cui formula chimica è Al2O3. Il colore dello zaffiro è determinato dalla presenza di impurità a base di ossidi di vari metalli. La pietra è, infatti, una varietà di corindone che può assumere diversi colori ad eccezione del rosso che è una caratteristica esclusiva del rubino.

Lo zaffiro blu deve il suo colore alla presenza di titanio e ferro nella pietra. Il colore giallo o verde è dovuto alla presenza del solo ferro, il cromo conferisce un colore rosa, mentre il vanadio conferisce piuttosto un colore viola.

Lo zaffiro ha un sistema di cristallo trigonale e la sua frattura è irregolare o concoidale. La lucentezza dello zaffiro è vetrosa e la sua densità è di 3,95 - 4,03. Lo zaffiro è una pietra molto dura, è un po' meno dura del diamante, con 9 sulla scala Mohs (sapendo che la durezza del diamante è 10 sulla stessa scala).

I depositi più notevoli di zaffiro si trovano principalmente nei paesi tropicali. Ad esempio, il famoso giacimento di Ilakaka in Madagascar produce pietre superbe. I depositi di Ceylon producono pietre di un blu unico e brillante. Altri Paesi come il Brasile, gli Stati Uniti, lo Sri Lanka, la Birmania, la Cina, la Thailandia e l'India hanno pietre altrettanto eccezionali.

gemme-saphir-taille
Storia dello zaffiro

Etimologicamente, il termine zaffiro deriva dal greco antico "sappheiros" che letteralmente significa "pietra blu" con esplicito riferimento al colore più famoso dello zaffiro. Alcuni attribuiscono il nome alla parola ebraica "sappir" che significa "la cosa più bella".

Lo zaffiro è una gemma conosciuta fin dall'antichità, anche se tende a confondersi con altre pietre blu come il lapislazzuli. Diverse civiltà antiche tendevano ad associare lo zaffiro alle divinità e ai poteri celesti. Per gli egiziani lo zaffiro era considerato una pietra sacra che simboleggiava la giustizia celeste. Veniva spesso utilizzata in gioielleria durante il periodo tolemaico per realizzare calcografie, che sono incisioni che rappresentano le teste di re o principi.

Secondo l'Antico Testamento, lo zaffiro era la pietra su cui erano incise le tavole delle Leggi con i dieci comandamenti inviati da Dio a Mosè. Nel Medioevo lo zaffiro aveva assunto una grande importanza religiosa. La Chiesa cattolica vedeva nella purezza blu della pietra un simbolo della Vergine Maria. Si dice che la storia della Chiesa cattolica contenga molte storie e aneddoti sulle virtù e persino sui miracoli di cui lo zaffiro è stato responsabile.

Oggi lo zaffiro ha un enorme valore di mercato e viene utilizzato principalmente per la produzione di gioielli e ornamenti di lusso.


saphir-brut


Proprietà dello zaffiro


Le virtù terapeutiche e medicinali dello zaffiro sembrano essere state riconosciute fin dall'antichità.

A livello fisico, si dice che l'energia delicata dello zaffiro aiuti a curare le infezioni e le febbri che provocano. Aiuterebbe a regolare le mestruazioni nelle donne e a contrastare le epistassi premature.

Lo zaffiro avrebbe anche dei benefici per ridurre emicrania, dolori reumatici o articolari. La pietra sarebbe anche molto indicata per combattere i problemi di perdita di pelle e capelli. Sarebbe anche un buon rimedio per i problemi del sonno e i disturbi della vista.

Sul piano psichico, lo zaffiro è considerato una delle pietre spirituali più potenti.

Spesso chiamato "pietra delle pietre" o "pietra dei saggi", lo zaffiro è un ottimo mezzo per calmare i flussi di energia e canalizzarli meglio nel corpo. Pietra di pienezza e di elevazione, promuove la meditazione e respinge sentimenti negativi come la rabbia e la paura. Aiuta a stabilizzare l'essere, e l'installazione di sentimenti più armoniosi di pace interiore, amore per gli altri, coraggio, fiducia in se stessi e passione creativa.

A livello karmico, lo zaffiro sarebbe favorevole a tutti i chakra. Tuttavia, i chakra preferiti per lo zaffiro, secondo alcuni, sono il chakra del picco e il chakra del terzo occhio, soprattutto per le eccezionali proprietà spirituali e le facoltà extrasensoriali della pietra.

La purificazione dello zaffiro avviene semplicemente immergendo la pietra in acqua distillata. Si ricarica in una luce soffusa appoggiandola idealmente su un letto di quarzo.

Articoli Simili

Il Bronzite

Proprietà della bronzite La bronzite è una specie di minerale appartenente alla famiglia dei silicati che si differenzia da pietre...

Per saperne di più

La Topaz

Proprietà del topazio Il topazio è un minerale appartenente al gruppo dei silicati. La sua composizione chimica comprende spesso inclusioni...

Per saperne di più

Zirconia

Proprietà dello zircone Lo zircone è un minerale del gruppo dei silicati, composto da silicato di zirconio allo stato naturale....

Per saperne di più

Il Larimar

Proprietà del larimar Il larimar è una specie minerale che appartiene alla famiglia delle pectolite. Il colore del larimar può...

Per saperne di più

Lascia un commento

Questo blog è moderato.