☀ Consegna gratuita dell'acquisto di 40€ ☀ 🎁 Consegna gratuita dell'acquisto di 40€ ! 🎁

L'Ametista

Proprietà dell'ametista


L'ametista era una pietra piuttosto rara nell'antichità, il suo nome deriverebbe dal greco antico ed è composto dal prefisso privativo a e dal verbo methuô che significa "essere ubriaco".
Se questa bella pietra è stata chiamata così, è soprattutto per il suo colore che varia tra malva e viola e che ricorda il colore del vino tagliato con l'acqua. Per estensione, l'ametista ha acquisito la reputazione di proteggere dall'ubriachezza.

L'ametista appartiene alla famiglia dei quarzi, il suo sistema cristallino è trigonale e la sua trasparenza va dal diafano al traslucido. Deve il suo colore violaceo alla presenza del ferro e la sua durezza è di 7 sulla scala Mohs.

Oggi l'ametista è diventata una pietra abbastanza comune grazie agli abbondanti giacimenti scoperti in tutto il mondo, tra cui Francia, Belgio, Canada, Madagascar, Brasile, Uruguay e altri.

 


Storia dell'ametista


Le civiltà antiche attribuivano un valore molto alto all'ametista. Dagli Egiziani ai Romani, dai Greci e dagli Ebrei per citarne solo alcuni, grandi civiltà hanno venerato l'ametista. Questa pietra è stata presente in diversi miti e antiche leggende che attribuiscono poteri straordinari ad una pietra creata o addirittura colorata dagli dei.

Presente nei gioielli e nei ciondoli dei faraoni, l'ametista sembra aver affascinato gli antichi greci al punto da essere oggetto di un famoso mito che racconta la genesi di questa pietra. La leggenda narra che Dioniso, il dio greco del vino, pazzo di rabbia contro gli umani, giurò vendetta contro il primo umano che ebbe la sventura di incontrarlo, per la grande sventura di una giovane ragazza di nome Ametisto che dovette subire l'ira del dio.

Implorando Artemide di allontanarla dal suo crudele destino, la dea ha risposto alle suppliche della ragazza trasformandola in una statua di quarzo bianco. Una volta calmata la sua furia, Dioniso si pentì della sua furia crudele e, in segno di pentimento, versò del vino sul cristallo, che assunse un colore violaceo.

Greci e Romani credevano nelle virtù dell'ametista contro l'ubriachezza, il che spiegherebbe il fatto di aver posato le loro coppe con questa pietra. Gli Ebrei consideravano l'ametista il simbolo della tribù degli Ahlamah. E la considerava una delle pietre delle porte di Gerusalemme.

Nel Medioevo l'ametista fu adottata dalla Chiesa cattolica come simbolo di castità e di rinuncia alle tentazioni terrene. L'ametista vanta anche un'attrazione speciale per i monarchi d'Europa. Lo scettro della regina d'Inghilterra, per esempio, è incastonato con un globo di ametista.

 

 

Vantaggi dell'ametista


L'ametista conferisce innegabili benefici per la salute del corpo e della mente. Le proprietà curative dell'ametista sono piuttosto numerose. Molto utile per i problemi della pelle, aiuterà a trattare l'acne e altre pustole o lesioni della pelle. La pietra ametista ha virtù calmanti contro l'emicrania e altri disturbi legati al sistema nervoso.

Come pietra di regolazione, anche l'ametista aiuterà a ritrovare una respirazione serena e una circolazione sanguigna più fluida ed equilibrata. I problemi di stress, ansia, ipertensione nervosa e muscolare e gli stati depressivi tendono a risolversi abbastanza rapidamente quando si tiene una pietra ametista nelle vicinanze. Anche l'ametista favorisce il sonno e assicura sogni purificati dalle vibrazioni negative responsabili di incubi e altri disturbi del sonno.

A livello spirituale, l'ametista è considerata la pietra della saggezza ed è un potente legame con il divino. Queste proprietà aiutano a purificare l'atmosfera intorno a chi indossa la pietra grazie al potente campo energetico che l'ametista genera.
Gli adepti della meditazione troveranno in questa pietra un alleato per aprire la mente, ampliare il campo della percezione e promuovere l'elevazione spirituale. L'ametista aiuta a diventare più ricettivo alle vibrazioni e ai messaggi, sia interni che esterni.

L'ametista è associata al settimo chakra o chakra della corona situato nella parte superiore del cranio, questo chakra è l'origine dell'apertura spirituale e della connessione empatica e altruistica con gli altri.

La pietra è associata ai segni della Vergine, del Sagittario, dell'Acquario e dei Pesci. I suoi pianeti sono Nettuno e Giove, il suo elemento acqua.
La purificazione e la ricarica dell'ametista avviene immergendo la pietra per alcune ore al riparo dalla luce in acqua demineralizzata e leggermente salata.

Articoli Simili

Il Bronzite

Proprietà della bronzite La bronzite è una specie di minerale appartenente alla famiglia dei silicati che si differenzia da pietre...

Per saperne di più

La Topaz

Proprietà del topazio Il topazio è un minerale appartenente al gruppo dei silicati. La sua composizione chimica comprende spesso inclusioni...

Per saperne di più

Zirconia

Proprietà dello zircone Lo zircone è un minerale del gruppo dei silicati, composto da silicato di zirconio allo stato naturale....

Per saperne di più

Il Larimar

Proprietà del larimar Il larimar è una specie minerale che appartiene alla famiglia delle pectolite. Il colore del larimar può...

Per saperne di più

Lascia un commento

Questo blog è moderato.