☀ Consegna gratuita dell'acquisto di 40€ ☀ 🎁 Consegna gratuita dell'acquisto di 40€ ! 🎁

La Turchese

Proprietà del turchese

Pietra molto famosa e conosciuta, il turchese è un minerale composto da rame idrato e fosfato di alluminio. Il sistema cristallino della pietra è di tipo triclino, può avere una forma massiccia, compatta o criptocristallina. La sua densità è di 2,6 a 2,9 e la sua durezza è di circa 5 a 6 sulla scala Mohs.

Il turchese è una pietra semiopaca con una lucentezza oleosa. Il suo colore varia dall'azzurro-blu (molto popolare) al verde-blu con venature a volte marroni o nere. Il colore della pietra è sensibile al calore e all'umidità che possono alterarla in profondità. È anche possibile che il colore blu del turchese possa appannarsi e perdere la sua brillantezza, e gli intenditori le chiamano pietre estinte o morte.

I depositi più notevoli di turchese si trovano principalmente nelle zone desertiche dell'Iran. È il paese che produce le più belle e ricercate pietre estratte dalle miniere di Nishapur. Stati Uniti, Egitto, Messico, Cina, Cina, India, Tibet... sono anche tra i paesi con le più grandi miniere di turchese.

turquoise-pierre


Storia del turchese

Il turchese ha una storia molto ricca. Il nome della pietra risale al Medioevo, all'epoca delle crociate, quando gli europei la scoprirono. Presenti fin dall'antichità tra le civiltà più antiche, le miniere più antiche risalgono a più di 6000 anni prima di J.C. all'epoca dei faraoni d'Egitto. La pietra che era sacra veniva spesso utilizzata per adornare gioielli e ornamenti che gli archeologi hanno trovato sulle mummie.

Nell'antica Persia, il turchese era una pietra di grande valore, spesso usata come merce di scambio e barattata per varie merci. Dall'altra parte del globo, più precisamente nelle Americhe, i nativi americani di tutte le nazioni veneravano il turchese. I Navajo lo vedevano come un pezzo di cielo caduto sulla terra, e gli Aztechi lo vedevano come un ornamento degli dei il cui potere gli umani non potevano sopportare. Infatti, il tesoro funerario del sovrano azteco Moctezuma comprendeva numerosi mosaici di eccezionale bellezza realizzati con questa pietra, oltre a magnifici oggetti come il serpente scolpito in un blocco di turchese.

Oggi il turchese è molto usato nell'industria della gioielleria, tagliato in cabochon, perline e altre forme di fantasia, è un ornamento molto popolare per una grande varietà di gioielli.

Virtù del turchese

La litoterapia attribuisce al turchese importanti virtù fisiche e psichiche. A livello fisico, si dice che la pietra abbia benefici calmanti per calmare il dolore, regolare e purificare i fluidi corporei (sangue, urine, flussi ormonali...) e rilassare i nervi. Sarebbe anche un buon modo per porre rimedio a condizioni simili all'influenza e alle malattie polmonari e respiratorie. Consigliato anche per i problemi agli occhi, il turchese rafforzerebbe la vista e ridurrebbe gli effetti della cataratta.

A livello psichico, il turchese è considerato una pietra che promuove l'armonia di mente e corpo. Sarebbe in grado di assorbire disturbi e onde negative che possono disturbare il fisico e la mente. La pietra promuoverebbe l'empatia per gli altri. È la pietra della finezza, della morbidezza e dell'amicizia. Calmare la rabbia e gli eccessi emotivi favorirebbe anche i sensi dell'ascolto e della comunicazione. I litoterapisti riconoscono i benefici del turchese per alleviare i cambiamenti improvvisi di umore, riducendo la fatica e l'esaurimento sia fisico che emotivo.

A livello karmico, il turchese sarebbe un buon catalizzatore per il terzo chakra dell'occhio, quindi sarebbe utile per la meditazione e favorevole allo sviluppo delle intuizioni. La sua azione inibitoria eliminerebbe i blocchi psicologici ed energetici, permettendo così una migliore circolazione delle energie nel corpo. Anche i chakra della gola e del cuore trarrebbero beneficio dal turchese, che aiuterebbe a superare gli ostacoli alla buona comunicazione e ai sentimenti di simpatia verso gli altri.

Per purificare il turchese, è particolarmente importante evitare l'uso di acqua o di qualsiasi altro prodotto per la pulizia, che potrebbe alterarne il delicato colore. Sarebbe invece consigliabile utilizzare il sale per questa operazione. Per ricaricare la pietra, i raggi lunari sarebbero il modo più efficace e meno rischioso. Infine, accade che il turchese perda il suo vero colore e "muoia", questo significa che vi ha comunicato tutta la sua potenza e i suoi benefici, in questo caso non esitate a restituirlo alla terra.

Articoli Simili

Il Bronzite

Proprietà della bronzite La bronzite è una specie di minerale appartenente alla famiglia dei silicati che si differenzia da pietre...

Per saperne di più

La Topaz

Proprietà del topazio Il topazio è un minerale appartenente al gruppo dei silicati. La sua composizione chimica comprende spesso inclusioni...

Per saperne di più

Zirconia

Proprietà dello zircone Lo zircone è un minerale del gruppo dei silicati, composto da silicato di zirconio allo stato naturale....

Per saperne di più

Il Larimar

Proprietà del larimar Il larimar è una specie minerale che appartiene alla famiglia delle pectolite. Il colore del larimar può...

Per saperne di più

Lascia un commento

Questo blog è moderato.