☀ Consegna gratuita dell'acquisto di 40€ ☀ 🎁 Consegna gratuita dell'acquisto di 40€ ! 🎁

Il Rubino

Proprietà del rubino

Questa gemma è una delle pietre preziose più pregiate. Il rubino appartiene alla famiglia dei corindoni, proprio come gli zaffiri. Il colore del rubino varia tra il rosso, il marrone e il viola. È dovuto alla presenza di ossido di cromo.

Il rubino appartiene al sistema a cristalli trigonali. La sua rottura è conchoidale e la sua linea è bianca. La densità del rubino è compresa tra 3,97 e 4,05. È anche una delle pietre più dure al mondo dell'ordine di 9 della scala Mohs. Si classifica quindi subito dopo il diamante (10 nella scala Mohs) e la moissanite (9,5 nella stessa scala).

Il segreto del valore commerciale del rubino, che è, insieme ai diamanti colorati, tra le pietre più costose, sta nella purezza della pietra, nelle sue dimensioni, nella qualità del suo taglio e infine nella purezza del suo colore. Più la pietra è perfetta, con meno impurità, più è preziosa.

I depositi di rubini più notevoli si trovano principalmente in Birmania, che produce oltre il 90% dei rubini del mondo. Anche altre miniere in Africa, Asia, Australia e Nord America producono pietre di alta qualità.

rubis-gemme-taillee


Storia del rubino

Etimologicamente, la parola rubino deriva dal latino "rubeus" che significa rosso. Storicamente, l'India è il paese in cui il rubino è particolarmente apprezzato o addirittura venerato come pietra sacra attaccata al sole.

Inoltre, nell'antica lingua sanscrita, il rubino è chiamato "ratnaraj" che significa letteralmente "Re delle pietre preziose". Il rubino era la gemma più famosa e preziosa per la sua rarità e la sua particolare bellezza.

Dobbiamo l'introduzione del rubino in Europa soprattutto ai mercanti greci intorno al 500 a.C.. Per i romani il rubino era chiamato "Carbunculorum" che significa "poco carbone ardente" in riferimento al suo colore. Citato in diversi scritti e racconti sacri, tra cui la Bibbia, il rubino ha spesso assunto un simbolismo religioso. Nel Medioevo, la Chiesa cattolica credeva che il rubino fosse un simbolo del sangue di Cristo, quindi i re e i principi della Chiesa decoravano le loro corone e i loro gioielli con rubini in segno di devozione cristiana.

Oggi il rubino ha diversi impieghi, tra gli altri in gioielleria o in orologeria, sia per la sua preziosità che per le sue caratteristiche fisiche di durezza e resistenza allo sfregamento. Il rubino viene utilizzato anche per creare i raggi laser che oggi vengono utilizzati nell'industria di precisione.

 

rubis-brut


Proprietà del rubino

Fin dall'antichità, la medicina antica ha attribuito al rubino le virtù curative fisiche e spirituali. Come una pietra del sangue, la litoterapia oggi attribuisce al rubino diversi benefici per il cuore, il sistema circolatorio e tutti gli organi legati al sangue. Per le donne che soffrono di disturbi mestruali, il rubino sarebbe un buon modo per regolare il loro ciclo.

Inoltre, la pietra sarebbe un buon modo per prevenire intossicazioni, febbri e contagi e per restituire forza e vitalità al corpo. Alcuni gli attribuiscono addirittura poteri di longevità e potere sessuale.

Sul piano mentale e psichico, il rubino conferisce volontà, coraggio e fiducia in se stessi. Pietra di saggezza e temperanza, il rubino porta prosperità e creatività sia artistica che intellettuale.

Ideale per incanalare le energie nel corpo, il rubino riduce la dissipazione delle forze in superflui sentimenti negativi come la gelosia, lo scoraggiamento o il pessimismo, per concentrare le energie sulle sensazioni positive. La pietra restituisce entusiasmo e gioia di vivere.

A livello karmico, il rubino è favorevole ai chakra del Cuore, al chakra Sacro e al chakra del Terzo Occhio. Ruby è il compagno ideale per facilitare la meditazione e l'illuminazione spirituale. I suoi segni astrologici di predilezione sono i segni dell'Ariete, del Cancro, del Leone e dello Scorpione.

Per purificare il rubino basta immergere la pietra in acqua distillata e molto salata per qualche ora. Per ricaricare la pietra, l'esposizione ai raggi del sole su un mucchio di quarzo dovrebbe riportare la pietra alla sua piena potenza.

Articoli Simili

Il Bronzite

Proprietà della bronzite La bronzite è una specie di minerale appartenente alla famiglia dei silicati che si differenzia da pietre...

Per saperne di più

La Topaz

Proprietà del topazio Il topazio è un minerale appartenente al gruppo dei silicati. La sua composizione chimica comprende spesso inclusioni...

Per saperne di più

Zirconia

Proprietà dello zircone Lo zircone è un minerale del gruppo dei silicati, composto da silicato di zirconio allo stato naturale....

Per saperne di più

Il Larimar

Proprietà del larimar Il larimar è una specie minerale che appartiene alla famiglia delle pectolite. Il colore del larimar può...

Per saperne di più

Lascia un commento

Questo blog è moderato.