☀ Consegna gratuita dell'acquisto di 40€ ☀ 🎁 Consegna gratuita dell'acquisto di 40€ ! 🎁

Il Calcedonio

Proprietà del calcedonio

La calcedonia è più una roccia che un minerale ben definito. La composizione della pietra è piuttosto singolare, in quanto è composta da una varietà criptocristallina di quarzo, di dimensioni minuscole e disposta in fibre nella roccia. La calcedonia, la cui formula chimica è SiO2, contiene spesso tracce di moganite. Ha un sistema cristallino trigonale con frattura irregolare. La pietra si presenta spesso in forma massiccia o in stalattite. Ha una lucentezza da opaca a setosa, la sua densità è di 2,6 e la sua durezza è di circa 6,5-7 sulla scala Mohs.

Il calcedonio è generalmente di colore da bianco latteo a grigiastro con sfumature bianche, blu o verdi. L'inclusione di altri metalli ed elementi chimici come il ferro o il nichel può alterarne il colore e dare alla pietra una vasta gamma di colori. Onice, agata, corniola, corniola, diaspro, tra le altre gemme e pietre preziose, sono sottospecie appartenenti alla famiglia dei calcedoni. I gioiellieri identificano il calcedonio come una pietra monocromatica e traslucida di colore bianco o bianco bluastro. Anche essendo di bassa porosità, il calcedonio può essere colorato (processo ammesso in gioielleria) per intensificarne il colore.

La calcedonia è prodotta in diversi paesi tra cui Brasile, Stati Uniti, Canada, Belgio, Francia, Italia, Algeria, ecc...

calcedoine-brute
Storia del calcedonio

La parola calcedonio deriverebbe dal nome di una città dell'Asia Minore: Calcedonia, o Khalkedon in greco antico. La pietra era molto apprezzata e ricercata fin dall'antichità. Gli antichi Egiziani lo scolpivano in statuette di coleotteri. Usate come amuleti sacri, credevano nel potere della pietra per aiutare i morti a superare la prova del Giudizio nell'aldilà.

Tra i romani, il calcedonio era una pietra ornamentale molto pregiata. Veniva spesso utilizzato per realizzare gioielli e calcografia, per non parlare del suo utilizzo nella realizzazione di amuleti magici. Tra i babilonesi, il calcedonio veniva utilizzato per creare sigilli cilindrici. L'Antico Testamento menziona anche il calcedonio come una delle pietre che hanno incrostato l'armatura di Aronne e nella Bibbia si dice addirittura che sia la pietra associata all'apostolo Andrea. In quasi tutte le principali culture, al calcedonio sono stati assegnati poteri straordinari. Spesso è stata anche attribuita alle maggiori divinità dei vari pantheon antichi.


Virtù del calcedonio

Considerato come una delle pietre più morbide della litoterapia, si dice che il calcedonio abbia virtù calmanti. Portare calma e sollievo dove regnava la negatività e l'eccesso. Sul piano fisico, il calcedonio avrebbe dei benefici per porre rimedio alle malattie della gola e della laringe. Anche la tiroide e le ghiandole ormonali trarrebbero beneficio dall'azione della pietra, soprattutto quando si tratta di regolare le secrezioni ormonali. Il calcedonio è particolarmente indicato per le madri che allattano al seno, in quanto stimola la lattazione. Anche le donne che soffrono di menopausa difficile possono trovare un po' di sollievo tenendo il calcedonio a portata di mano.

Sul piano psicologico, il calcedonio è un perfetto baluardo contro la negatività dei sentimenti e dei pensieri. Sarebbe perfetto sostituire tutto ciò che influisce negativamente sul corpo e sulla mente con sentimenti di calma e di apertura sia a livello relazionale che spirituale. Il calcedonio favorisce la fioritura del corpo e della mente. Alcuni non esitano a chiamarla la pietra della felicità.

A livello karmico, il calcedonio agisce sul chakra della gola, facilitando così la dizione e alleviando il discorso e i problemi di balbuzie. Ideale per l'espressione pubblica, conferisce coraggio a chi lo indossa e chiarezza al suo discorso.

I segni astrologici più favorevoli al calcedonio sono i segni del Cancro, dei Gemelli e del Sagittario. Sotto altri colori la pietra potrebbe essere adatta ad altri segni.

Per purificare il calcedonio, alcuni consigliano di metterlo per qualche minuto sotto l'acqua corrente una o due volte al mese. Per gli altri, deve essere messo in acqua distillata leggermente salata. Per quanto riguarda la ricarica della pietra, i raggi del sole sarebbero perfetti per questo compito.

Articoli Simili

Il Bronzite

Proprietà della bronzite La bronzite è una specie di minerale appartenente alla famiglia dei silicati che si differenzia da pietre...

Per saperne di più

La Topaz

Proprietà del topazio Il topazio è un minerale appartenente al gruppo dei silicati. La sua composizione chimica comprende spesso inclusioni...

Per saperne di più

Zirconia

Proprietà dello zircone Lo zircone è un minerale del gruppo dei silicati, composto da silicato di zirconio allo stato naturale....

Per saperne di più

Il Larimar

Proprietà del larimar Il larimar è una specie minerale che appartiene alla famiglia delle pectolite. Il colore del larimar può...

Per saperne di più

Lascia un commento

Questo blog è moderato.